Cosa succede

Gina Basso presenta “VIvo per vivere”

Da Youtube un bel servizio giornalistico sulla presentazione di “Vivo per vivere” tenuta da Gina Basso il 24 maggio 2014 presso la Scuola Media G.Cena di Latina. Un grazie sentito a tutti gli intervenuti e in particolare alla Professoressa Maria Tallerico e alla Dirigente Scolastica Emilia Carotenuti

Standard
Cosa leggo

Risiko Ellenistiko

Storia  – Il testamento di Alessandro. La Grecia dall’impero ai regni.

Di Franca Landucci ed. Laterza

Interessante. Questo libro non mancherà di appassionare quanti prima o poi nella vita hanno dedicato alcuni pomeriggi a giocare a Risiko. Nonostante il periodo storico offra molti personaggi complessi e interessanti, che si muovono in orizzonte vario ed articolato, e sono protagonisti di storie d’amore e vicende familiari alle quali si potrebbero dedicare decine di testi, la narrazione si limita a snocciolare una lunga serie di campagne militari approfondendo ben poco, o solo in modo indiretto, la psicologia dei personaggi o l’evoluzione della cultura e della società ellenistica. Quindi, chi cerca nella lettura di libri di storia situazioni esotiche e personaggi a tinte forti sarà inevitabilmente deluso. Chi invece apprezza la rigorosa ricostruzione delle fonti storiche non potrà che riconoscere il grande lavoro di ricerca svolto dall’autrice, che è riuscita a fare una narrazione unica e piacevole di una serie di vicende in merito alle quali i documenti disponibili sono scarsi e lacunosi, quasi nulli. Andrebbe letto subito dopo “Dalla democrazia ai re” di Michael Scott (cfr. Atene globalizzata).

ISBN 978-88-581-1240-3

Standard
Cosa leggo

Atene globalizzata

 

Storia  – Dalla democrazia ai re. La caduta di Atene e il trionfo di Alessandro Magno

Di Michael Scott ed. Laterza

Imperdibile. È una piacevole sorpresa questo testo che indaga un periodo storico negletto, quello che va dalla fine della Guerra del Peloponneso all’affermazione di Alessandro Magno. Si tratta di un momento estremamente interessante: perché si passò dalla democrazia alla monarchia? Quale fu la parabola di Tebe e della sua egemonia? Perché le polis, vittoriose sull’Impero Persiano, furono poi fagocitate da uno, e poi da più imperi di dimensioni mondiali? Tutto questo accadde l’arco di una sola generazione, e l’autore elegge a simbolo di questa vicenda Isocrate, cui dedica l’introduzione all’opera, che visse appunto in questo periodo e i cui scritti ne costituiscono forse la più equilibrata fonte di conoscenza per noi moderni. La narrazione dell’implosione della Grecia, con le sue polis incapaci di risolvere le proprie contraddizioni interne a fronte di una realtà sempre più globalizzata, la schizofrenica democrazia ateniese, l’attenzione per la religione e la costruzione di nuovi santuari, la lotta all’ultimo sangue per accaparrarsi le fonti di materie prime, diventa particolarmente interessante ove vi si voglia rispecchiare la realtà attuale.

Il fatto che l’opera sia stata composta unendo i testi di alcune conferenze tenute da Michael Scott, studioso di storia e archeologia a Cambridge, ne accresce il valore, vista la coerenza del risultato finale. Vedi anche “Il testamento di Alessandro”, di Franca Landucci (cfr. Risiko ellenistiko).

ISBN 978-88-581-0813-0

Standard
Cosa leggo

Piccola storia di un grande reame

Storia  – Un regno che è stato grande. La storia negata dei Borboni di Napoli e Sicilia

Di Gianni Oliva ed. Oscar Mondadori

Piacevole. Questa sintetica ricostruzione dei 127 anni di regno Borbonico sul meridione d’Italia offre una panoramica completa degli avvenimenti e dei caratteri fondamentali dei personaggi che ne furono protagonisti. Il sottotitolo, che parla di “storia negata”, si richiama al fatto che nell’Italia postunitaria, e fino a non molto tempo fa, la tradizione Risorgimentale rappresentava il Sud come un territorio malgovernato, con monarchi incapaci, economia arretrata e classe dirigente retrograda: a dire il vero, questa prospettiva di “rottura” con la storiografia scolastica tradizionale, pur essendo presente nell’opera, è assai meno insistita di quanto ci si aspetterebbe. Gianni Oliva, storico del Novecento, si mantiene comunque fedele alla sua caratteristica di studioso degli aspetti meno indagati della storia nazionale, ed evidenzia tutte le contraddizioni che caratterizzano il periodo descritto..

La sintesi, che è il gran pregio del libro, piacevole e interessante, rischia di esserne anche il più grande limite: chi volesse approfondire la storia dei Borboni e la realtà meridionale può orientarsi verso altri titoli della medesima collana, gli ottimi “Il Re lazzarone” e “Il Re bomba” di Giuseppe Campolieti, e “Murat” di Antonio Spinosa.

ISBN 978-88-04-62586-5

Standard
Cosa scrivo

Domande e provocazioni

All’interno del volume, i curatori Laura De Luca e Vito Magno, raccolgono sotto forma di una impossibile intervista radiofonica le domande che giornalisti e scrittori di oggi hanno posto ai santi e fondatori di istituti di vita consacrata. Domandare e cercare risposte fa parte della natura dell’uomo. Gli autori pongono a grandi consacrati della storia della Chiesa istanze del nostro tempo ipotizzando le risposte che essi avrebbero potuto dare sulla base del loro carisma e del loro impegno a servizio di Dio. La fantasia degli intervistatori rispecchia bisogni e sensibilità delle rispettive epoche storiche e giunge a noi nella sua più vivace freschezza. Contiene le interviste

Agostino di Maricla Boggio,

Benedetto da Norcia di Laura De Luca,

Bruno di Colonia di Giuseppe Manfridi,

Ildegarda di Bingen di Lucetta Scaraffia,

Francesco d’Assisi di Franco Cardini,

Antonio da Padova di Riccardo Medici,

Agnese di Praga di Lucie Moravcova,

Giovanna d’Arco di Laura De Luca,

Ignazio di Loyola di Giuseppe Zito,

Teresa d’Avila di Michele di Martino,

Giovanni Bosco di Giuseppe Costa, S.D.B.,

Bernadette Soubirous di Laura De Luca,

Francesca Saverio Cabrini di Laura De Luca,

Annibale Maria Di Francia di Vito Magno, R.C.I.,

Conchita Cabrera de Armida di Laura De Luca,

Luigi Orione di Aurelio Fusi, F.D.P.,

Agostino Gemelli di Laura De Luca,

Giacomo Alberione di Walter Lobina, S.S.P.,

Edith Stein di Laura De Luca,

Antonin Zgabrik di Joseph Kolacek,

Madre Teresa di Calcutta di Vito Magno, R.C.I.,

Disponibile in tutte le librerie.

Pagine 310, EAN 9788820995348

L’intervista a S.Antonio da Padova è stata trasmessa da Radio Vaticano ed è disponibile in http://it.radiovaticana.va/news/2014/06/12/monaco_agostiniano_e_dottore_della_chiesa/1101694

Standard
Cosa scrivo

Vita & Mina, amiche per la pelle

“Vita & Mina, amiche per la pelle”, di Gina Basso e Riccardo Medici, ed.Loescher, Torino – 2015

Vita e Mina frequentano la stessa classe nella seconda superiore di un istituto tecnico commerciale in una grande città: questo è tutto quello che hanno in comune. Vita è magrissima, ansiosa, attenta alla moda: è la vera reginetta rock della scuola ma ha seri problemi familiari. Mina, invece, ha un carattere solare, non capisce nulla di moda, e sogna di diventare pasticcera; la sua famiglia è molto unita, ma le ha imposto di frequentare una scuola che non ama. Inoltre si sono appena trasferiti dalla campagna in una grande città. Tutto questo rende davvero difficile il suo inserimento a scuola. L’antipatia da parte di Vita, poi, sarà subito evidente. Ci sono tutte le premesse per un anno scolastico molto difficile. Ma la situazione diventerà davvero drammatica quando la città sarà investita da una grande alluvione. Eppure saranno proprio le difficoltà ad unire Vita e Mina in una amicizia strettissima.

Lettura consigliata ai ragazzi della Scuola secondaria di 1°grado – classe 1 e 2

Disponibile nelle librerie scolastiche (pp. 160 – Euro 7,90 – cod. ISBN 9788882440701)

Standard
Cosa scrivo

A tu per tu fra le nuvole

“A tu per tu fra le nuvole”, di Gina Basso e Riccardo Medici, ed.Loescher, Torino – 2014

Tony è un imprenditore italiano, vedovo, che ha fatto fortuna in America producendo giocattoli fra cui la bambola «Evita», che ha subito conquistato il mercato americano. In seguito all’attentato dell’11 settembre 2001 alle torri gemelle, in cui è rimasto vittima il padre, Tony sente il bisogno di rivedere la Calabria, sua terra d’origine, con l’intenzione di aprire lì una fabbrica di giocattoli. Nel viaggio lo accompagna il figlio Alex, desideroso di conoscere i luoghi in cui suo padre ha trascorso l’infanzia; un’infanzia molto diversa dalla sua: fatta di fame e di miseria, ma anche di sogni, di amicizia e di solidarietà. E così, durante il volo transoceanico, fra le nuvole e attraverso i ricordi e il racconto del papà, la figura del piccolo Tanino (Tony) torna a «riprendere vita» insieme ai personaggi che lo hanno accompagnato negli anni della sua difficile adolescenza. Ricco di situazioni a volte tristi, a volte burrascose e a volte divertenti, il testo scorre piacevolmente fino al colpo di scena finale…

Lettura consigliata ai ragazzi della Scuola secondaria di 1°grado – classe 1, 2 e 3

Disponibile nelle librerie scolastiche (pp. 288 – Euro 12,00 – cod. ISBN 9788882440602)

Standard
Cosa scrivo

Cento città

“Cento città. Storie e leggende di città italiane” di Gina Basso e Riccardo Medici. Ed. Loescher, Torino – 2014

Perché al Museo di Storia Naturale di Venezia è conservato uno scheletro umano con una campanella in mano?

Come mai ad Ancona Napoleone impallidì guardando un quadro?

Cosa c’entra Babbo Natale con la città di Bari?

“Cento Città” è una raccolta di 21 racconti, uno per ogni città italiana capoluogo di regione, considerando per il Trentino le due Province Autonome. Per ogni città viene brevemente descritto un monumento, quindi viene narrata una leggenda ad esso in qualche modo collegata; tale leggenda può riferirsi a tempi molto antichi, addirittura mitici, o a circostanze storiche ben individuate e vicine a noi. Si tratta in ogni caso di storie più o meno note che fanno parte del patrimonio culturale della città a cui si riferiscono: gli autori, tuttavia, hanno voluto fornire una propria rilettura dei racconti tradizionali, e così hanno finito per crearne delle versioni originali. Il risultato è una lettura estremamente piacevole, facilitata dalla brevità dei singoli racconti, e dalla varietà dei contenuti che, coniugando storia, ironia e mistero, risultano di grande attualità.

Lettura consigliata ai ragazzi della Scuola secondaria di 1°grado – classe 3, bienni, Scuola secondaria di 2°grado

Disponibile nelle librerie scolastiche (pp. 128 – Euro 7,00 – cod. ISBN 9788882440619)

Standard
Cosa scrivo

Mio papà lavora in pigiama

“Mio papà lavora in pigiama” di Gina Basso e Riccardo Medici. Ed, Loescher, Torino – 2013

I Colombo sono una famiglia: Renzo, il papà, è il responsabile dell’ufficio legale di un’affermata azienda produttrice di motociclette; Vilma, la mamma, si divide fra lavoro, casa e un’amica single che vorrebbe vedere a tutti i costi «sistemata»; Rocco, il maggiore dei due figli, è un ragazzino vivace dalla fantasia molto fervida, mentre Valentina, la sorellina, a soli quattro anni sa già che da grande sarà un’affermata stilista. È una famiglia italiana come ce ne sono tante, la cui vita quotidiana è scandita da leggere incomprensioni, innocue liti tra fratelli, piccole questioni riguardanti la scelta delle vacanze o dei programmi alla TV. Ma quando Renzo si ritrova improvvisamente senza lavoro, per i Colombo comincia un periodo difficile, e tutti, nessuno escluso, dovranno imparare a fare i conti con un argomento nuovo: l’economia. Nello scenario di un’Italia in crisi, molte sono le situazioni, spesso divertenti, che si alternano alla cornice di fondo, il cui tema verte sul delicato problema della disoccupazione;. Svariati personaggi ruotano attorno alla vicenda di grande attualità. Alla fine, grazie alla tenacia, alla creatività e, soprattutto, al sostegno della famiglia, Renzo riuscirà a ritagliarsi il suo «posto» nell’Italia che lavora.

Lettura consigliata ai ragazzi delle classi II e III della scuola secondaria di primo grado

Disponibile nelle librerie scolastiche (pp. 224 – Euro 11,00 – cod. ISBN 978-888244019-0)

Standard
Cosa scrivo

Quando la neve sapeva di pane

“Quando la neve sapeva di pane” di Gina Basso e Riccardo Medici. Ed. Psiche e Aurora, Frosinone – 2012

Un incontro casuale fra il giovane Ezio e l’anziano padre Ernesto si trasforma, pian piano, in una grande amicizia. Il ragazzo è ateo e, nonostante il recente trasferimento dalla Calabria a un paesino degli Appennini bolognesi, affronta la vita sicuro di sé. Ha una ragazza che gli vuole bene, Marianna, una famiglia premurosa, e un amico fraterno. Ciò che lo conquista del francescano sono la simpatia e il racconto avventuroso della sua vita: per esempio quando, recluso in un lager nazista, sognava di creare l’Antoniano per servire i poveri come “in un ristorante” e mettere a frutto il talento dei giovani. Ma quando fra Ezio e Marianna tutto sembra andare per il meglio, accade l’irreparabile… “Quando la neve sapeva di pane” è liberamente ispirato alla vita di Padre Ernesto Caroli, ideatore dell’Antoniano di Bologna. Con nota storica di Luca Orsi.

Per tutti

Disponibile in tutte le librerie (pp. 233 – Euro 12,00 – cod. ISBN: 978-88-89875-28-5)

Standard